Ogni qual volta il Centro Commerciale Naturale Boboli sceglie di rappresentare una tematica o sposare una causa, costruisce intorno ad essa una giornata, che diventa un evento e un momento di festa per tutto il quartiere dell’Oltrarno.
Così è stato anche per un “Bosco per la Città”, l’ultima manifestazione in ordine cronologico, che ha avuto luogo lo scorso 6 maggio.

Il tema centrale della giornata è stato quello dell’ecosostenibilità ambientale, declinato in tante sfaccettature e con molteplici finalità. La giornata è iniziata con un importante convegno nei prestigiosi locali del Convitto della Calza ed ha avuto come tema, il corretto rapporto tra uomo e natura nel contesto urbano contemporaneo. A questo significativo momento di confronto hanno partecipato personalità illustri del mondo accademico, politico e scientifico.

La chiusura al traffico di piazza della Calza, via Romana e Piazza San Felice, ha permesso di ospitare una quantità di vivaisti e floricoltori appositamente selezionati per l’occasione, che hanno inondato questo percorso di bellezza; dalla vivacità cromatica dei fiori e delle piante, ai prodotti da agricoltura biologica, fino agli arredi da giardino. Nelle due piazze in particolare, sono state realizzate performances e installazioni su progetti site-specific. Oltre a svariate tappe di intrattenimento musicale, strane figure di Arcimboldi o di dame che evocavano le figure femminili di Botticelli, in particolare la Primavera, hanno animato l’evento, interagendo con i visitatori e regalando loro fiori e poesie di Neruda, ispirate dalla natura.
Una componente particolarmente divertente e folkloristica è stata rappresentata dal concorso “Fuori i Fiori”: tutti i residenti di via Romana, sono stati infatti invitati a sfidarsi tra loro nel decorare il proprio davanzale nella maniera più originale e scenografica, per conquistarsi così il ricchissimo montepremi messo a disposizione dai commercianti del Ccn Boboli ed essere premiati anche simbolicamente, con una medaglia consegnata loro dalle mani del sindaco Nardella.

L’occasione nel suo complesso è stata quella di vivere una giornata all’interno di una porzione di centro storico purificata dai rumori e dallo smog e compensata da tutti i colori della bellezza, dell’allegria e della convivialità. Anche questo evento ha visto una grande partecipazione di residenti del quartiere Oltrarno e non solo, fino a tarda notte, quando un gruppo di giovani vestiti di verde ha concluso la kermesse, dando vita ad un flash mob itinerante ispirato alla grande madre Terra.