E adesso tocca a noi!
Le luci sul Natale sono accese quasi ovunque, le installazioni del F-light festival catturano lo sguardo dei passanti nei luoghi simbolo della città, il sindaco ha acceso l’albero in Piazza Duomo e in Oltrarno un sofisticato ricamo luminoso ha delicatamente impreziosito le nostre amatissime Porta San Frediano e Porta Romana….quanta gioia per gli occhi!
Ed è finalmente arrivato il momento di mostrare a tutti il vestito delle feste scelto quest’anno da via Romana!
Nel 2013 furono gli ombrelli, un’immagine poetica di ispirazione surrealista che invitava al sogno, ad elevarsi dalla palude di una crisi che sembrava volesse inghiottirci…
Nel 2014 le biciclette: un’immagine allegra e colorata che voleva ricordare a tutti che esiste un altro modo di vivere la città ( il centro in particolare) un modo ecologico, economico e sano, nel rispetto dell’aria, degli spazi e del nostro prossimo, godendosi il tempo e il paesaggio…
“E quest’anno cosa mettete? Ma quando le accendete?”
È questo il tormentone, da qualche settimana! Buon segno!
Il segno che ci siamo riusciti, che staccarsi dalla consuetudine del filino, delle stelline e dei fiocchetti non è stato vano.
L’illuminazione natalizia in via romana è ormai uno strumento, un manifesto. E non si torna indietro.
Quest’anno il tema è RRR , ossia RICICLO-RIUSO-RISPETTO, le tre erre per cercare di salvare il pianeta.
Il 2015 è stato l’anno dei cambiamenti climatici, della presa di coscienza di quanto possa essere devastante la natura se non la si rispetta. Pensiamo agli eventi atmosferici che hanno colpito la nostra città: chi non ricorda la grandinata epica, i devastanti nubifragi, non ultimo quello del 1 agosto?
Fare la propria parte riusare, riciclare e ricreare vuol dire rispettare il posto in cui viviamo, e in molti casi vuol dire anche risparmiare!

Abbiamo cominciato a parlarne prima dell’estate e da settembre è partita una raccolta delle bottiglie di plastica tra i commercianti e i residenti del quartiere con l’idea di creare un’installazione artistica di forte impatto visivo. Per due mesi abbiamo accumulato materiale, e alla fine abbiamo trovato ulteriore supporto dalla donazione di una importante realtà industriale cittadina che abbiamo scoperto, non senza sorpresa, estremamente virtuosa sul tema dell’ambiente.
E ci siamo detti: “Dunque si può!” Si può convivere ecologicamente, senza estremismi, con un materiale ormai presente e irrinunciabile per la vita di tutti giorni! La plastica può NON essere il Demonio!
La CAPP PLAST ce lo ha dimostrato durante la visita allo stabilimento di Campi Bisenzio dove abbiamo constatato che il riciclo e il recupero sono parte integrante della produzione.
Abbiamo progettato personalmente lo stile, assemblato dei prototipi ed affidato a un artigiano la costruzione degli addobbi…e finalmente ci siamo!
È stato un lavoro enorme e complicato che abbiamo svolto con convinzione ed entusiasmo nonostante qualche inconveniente e le solite immancabili critiche, anche interne. Perché in via Romana c’è vita, c’è fermento, entusiasmo e volontà.
Volontà di non arrendersi, di partecipare, di farsi sentire!

L’illuminazione natalizia è uno degli strumenti che si usiamo per lanciare i nostri messaggi.
Perché un’immagine a volte può essere più incisiva di un intero discorso. Ci dà una suggestione e ci fa riflettere, pensare…ciascuno di noi autonomamente la elabora secondo coscienza…non vogliamo insegnare ma evocare.
E i pacchi costruiti con le taniche da olio da 3 litri e i lampadari fatti con bottiglie da 1 e 1,5 litri sono il nostro manifesto.
Buone Feste a tutti dai negozianti di via Romana che hanno contribuito al progetto.
Venite ad ammirare il risultato! State con noi!

Antonella Ciullo
Presidente Centro Commerciale Naturale Boboli